/widgets.js";var sz=d.getElementsByTagName(s)[0];sz.parentNode.insertBefore(z,sz)}(document,"script","zb-embed-code"));

Dopo il grande successo del service “Alla scoperta di Ancona”, abbiamo deciso di organizzare la seconda parte, questa volta però immersi nel verde del Parco del Cardeto.

Il 16 settembre siamo partiti per questa escursione di circa 3 km, accompagnati dal nostro Leo Advisor Luigi Di Murro, esperto conoscitore della storia anconetana e autore del saggio “Passeggiando per le vie di Ancona”. Ovviamente il successo del service, come la scorsa volta, è basato sul “modus narrandi” con cui Luigi ha guidato il gruppo: “…riusciva a tenerti incollato alla realtà fisica trasportandoti con la voce ad epoche lontane di cui si afferravano gli echi che come un susseguirsi di fulmini balenavano in testa per lasciarla poco dopo…” afferma il socio Lorenzo Versaci, totalmente in estasi, in una dichiarazione lasciata a maggio.

Siamo partiti da uno dei cinque ingressi del parco, in via Cadore, e dopo alcune ore la passeggiata si è conclusa con l’arrivo al Duomo. Passando attraverso i sentieri abbiamo potuto apprezzare tanti punti panoramici sul mare e sulla città ma soprattutto le innumerevoli strutture risalenti al periodo dell’Unità d’Italia. Un esempio è la Polveriera di Castelfidardo nella quale si stoccava la polvere da sparo da usare per i cannoni, di cui ancora oggi si vedono i basamenti, che avevano il compito di difendere il porto di Ancona dagli attacchi via mare. Non lontano abbiamo notato la presenza di una cinta muraria ottocentesca appartenete al Forte del Cardeto, seguito dal Forte dei Cappuccini. Situato sullo stesso colle di quest’ultimo forte abbiamo trovato il nuovo faro di Ancona che ha sostituito il vecchio dal 1965. Infine passando per l’Anfiteatro romano siamo arrivati al Duomo per goderci la vista spettacolare sulla città.

Vogliamo ringraziare ancora una volta Luigi Di Murro che con passione dedica ogni volta parte del suo tempo per trasmetterci i segreti, la storia e le bellezze nascoste di questa città. Inoltre vogliamo ringraziare anche tutti i Lions e tutti gli amici che si sono uniti a noi in questa breve ma intensa mattina di fine estate.

La terza parte è già in programma, rimanete aggiornati!

 

Lorenzo Giantomasso