Siamo diventati adulti, abbiamo appreso e abbiamo compreso. Ma troppo spesso dimentichiamo come
tutto ha avuto inizio, semplice: giocando! Giocare è il primo passo che porta il bambino ad approcciarsi alla
realtà che lo circonda, proprio come fanno gli adulti; giocare è il percorso che conduce il “piccolo adulto” ad
apprendere tanti concetti e tante nozioni; giocare significa comprendere l’importanza che assume
l’interazione con gli altri. Con un po’ di volontà e con qualche giocattolo troppo a lungo dimenticato in
quello scaffale della soffitta, siamo andati all’Asilo Infantile di Sirolo e abbiamo donato un po’ della nostra
infanzia: oltre trenta giocattoli tra cui puzzle, peluche, libri e cavalli a dondolo. Le maestre dell’asilo ci
hanno fatto capire come questi semplici ma importanti giocattoli, siano per loro fondamentali: in una realtà
dove la tecnologia fa da padrona anche alla spensieratezza di un bimbo (con tablet, computer e
smartphone), vedere un puzzle che mette in relazione l’ingegno dei nostri piccoli, che imparano l’uno
dall’altro, non può che essere una vera e propria conquista, più che un semplice regalo. E quel 14 Maggio ce
ne andammo via dall’asilo anche noi con un bel dono: la consapevolezza di aver contribuito alla crescita di
qualche bambino, con un semplice oggetto come lo è un giocattolo.

Dalla penna di Davide Raffaelli.